Archivi tag: personal

Topografie

“Che siano esperienze simulate o sogni,
le informazioni sono al tempo stesso realtà e fantasia.
E, in ogni caso, tutti i dati che una persona accumula
durante il corso della propria esistenza non sono che una goccia nel mare.”
Le informazioni hanno sempre viaggiato attraverso strade, siano esse reali o situate nell’etere. Nell’era digitale è possibile trasmettere informazioni senza l’ausilio di strade fisiche, molto rapidamente a circa 300000 km/s, con costi praticamente assenti. I dittici sono delle topografie di reali metropoli, veri fulcri dell’umana cultura e topografie di luoghi in silicio, odierni sistemi di trasmissione delle informazioni. Dove viaggiano i dati? Il messaggero, nell’antichità raffigurato con Ermes, percorreva a velocità inaudite le strade per poter recapitare informazioni. Oggi Ermes è nell’etere, un dio a tutti gli effetti, non reale ma un’entità percettibile.

“That’s all it is: information. Even a simulated experience or a dream; simultaneous reality and fantasy. Any way you look at it, all the information that a person accumulates in a lifetime is just a drop in the bucket.”

Table 2

Tavola 1 – Seoul

TOPOS-5-CITTA-DEL-MESSICO

Tavola 2 – Città del Messico

Giovanni Albore © 2015

Non ti muovere

“Non ti muovere”
Questa frase mi è stata ripetuta infinite volte negli ultimi mesi. E per quanto possibile, così è stato. L’unica cosa per me fotografabile da “fermo” è stata la vista della finestra di casa per giorni e giorni. Venti per l’esattezza. Venti giorni di inamovibilità totale. E cosa vedevo? Il Mare. E’ possibile dire al mare “non ti muovere?”.

“Do not Move”
These words has been repeated countless times in recent months. It as much as possible, so it was. The only thing that i could photograph was the view of the window of my house for days. Twenty to be exact. Twenty days of total immobility. And what I saw? The Sea. Is it possible to tell the sea “do not move?”.

non-ti-muovere

Topographies – Table 5

Topographies---Table-5

 

 © Giovanni Albore

“Io raccolgo dati che uso a modo mio e questo crea un miscuglio che mi dà forma come individuo e da cui emerge la mia coscienza”

“I collect information to use in my own way. All of that blends to create a mixture that forms me and gives rise to my conscience.”